Anmelden (DTAQ) DWDS     dlexDB     CLARIN-D

Marperger, Paul Jacob: Beschreibung der Banqven. Halle (Saale) u. a., 1717.

Bild:
<< vorherige Seite

Das X. Capitel
li portano non debbano admetterli, se non con fede della cogni-
tione della persona stessa.

Al tempo, che il Cassiero d'ogn' vno de fudetti Magistrati fa
la dispensa della Partita di Banco sempre con la presenza del suo
Scontro entratali, doueranno dal Ministro stesso esser mezzi lace-
rati li Mandati a lui da particolari consignati per la somma, che
restera disposta, douendo pure i medesimi esser da chi spetta con-
seruati.

Per maggior publica, e priuata cautione doueranno de caetero
tutte le Copie di l' artite, o Mandati sudetti di Banco esser sot-
toscritti oltre il Giornalista dal Scontro ancora. E senza questa
duplicata sottoscrittione non s' intendino valide, ne possano esser
da Ministri de sudetti Magistrati riceuute sotto pena a medesimi
di esser sempre sottoposti a gl' intacchi, e fraudi, che per tal causa
potessero in ogni tempo succedere, come s' e detto di sopra.

E per afficurarsi il Prencipe, che li sudetti rincontri nel Ban-
co sijno pratticati, faranno al tempo della serrata d' ogni Banco
tutti li Officij, e Magistrati portare vna nota del Denaro capitato
per Banco nelle lor Casse; da esser questa nota sottoscritta con
giuramento da Scontri, e Contadori, & consignata al Soprain-
tendente al Banco medesimo per far seguire li necessarij rincontri.

Li Ministri stessi, che non prestassero la douuta essecutione,
& obbedienza alle sudette Ordinationi oltre le pene della priua-
tion del Carico, & altre afflittiue ad arbitrio Publico siano sem-
pre tenuti, e sottoposti al rissarcimento di quelg' intachi, e pre-
giudicii, che per loro defficienza, e negligenza ne succedessero,
e potessero in ogni tempo scoprirsi.

Ordini, e Regole in Materia de Ministri, o Nodari degl' Officij
del Foro, ouero altri, che banno Depositi.

Fra li motiui, che hanno dato largo campo alla sceleratezza de
Ministri del Banco del Giro di rapire i publici capitali, prin-
cipale e stato quello dalla negligenza di Nodari, o altri Ministri
de Magistrati, & Officij, che hanno depositi in Banco nell'hauer
abbandonata ogni regola per essi nel Banco stesso, ne pratticato

alcun

Das X. Capitel
li portano non debbano admetterli, ſe non con fede della cogni-
tione della perſona ſteſſa.

Al tempo, che il Casſiero d’ogn’ vno de fudetti Magiſtrati fa
la diſpenſa della Partita di Banco ſempre con la preſenza del ſuo
Scontro entratali, doueranno dal Miniſtro ſteſſo eſſer mezzi lace-
rati li Mandati a lui da particolari conſignati per la ſomma, che
reſtera diſpoſta, douendo pure i medeſimi eſſer da chi ſpetta con-
ſeruati.

Per maggior publica, e priuata cautione doueranno de cætero
tutte le Copie di l’ artite, o Mandati ſudetti di Banco eſſer ſot-
toſcritti oltre il Giornaliſta dal Scontro ancora. E ſenza queſta
duplicata ſottoſcrittione non s’ intendino valide, ne poſſano eſſer
da Miniſtri de ſudetti Magiſtrati riceuute ſotto pena a medeſimi
di eſſer ſempre ſottopoſti a gl’ intacchi, e fraudi, che per tal cauſa
poteſſero in ogni tempo ſuccedere, come s’ e detto di ſopra.

E per afficurarſi il Prencipe, che li ſudetti rincontri nel Ban-
co ſijno pratticati, faranno al tempo della ſerrata d’ ogni Banco
tutti li Officij, e Magiſtrati portare vna nota del Denaro capitato
per Banco nelle lor Caſſe; da eſſer queſta nota ſottoſcritta con
giuramento da Scontri, e Contadori, & conſignata al Soprain-
tendente al Banco medeſimo per far ſeguire li neceſſarij rincontri.

Li Miniſtri ſtesſi, che non preſtaſſero la douuta eſſecutione,
& obbedienza alle ſudette Ordinationi oltre le pene della priua-
tion del Carico, & altre afflittiue ad arbitrio Publico ſiano ſem-
pre tenuti, e ſottopoſti al riſſarcimento di quelg’ intachi, e pre-
giudicii, che per loro defficienza, e negligenza ne ſuccedeſſero,
e poteſſero in ogni tempo ſcoprirſi.

Ordini, e Regole in Materia de Miniſtri, o Nodari degl’ Officij
del Foro, ouero altri, che banno Depoſiti.

Fra li motiui, che hanno dato largo campo alla ſceleratezza de
Miniſtri del Banco del Giro di rapire i publici capitali, prin-
cipale e ſtato quello dalla negligenza di Nodari, o altri Miniſtri
de Magiſtrati, & Officij, che hanno depoſiti in Banco nell’hauer
abbandonata ogni regola per esſi nel Banco ſteſſo, ne pratticato

alcun
<TEI>
  <text>
    <body>
      <div n="1">
        <div n="2">
          <div n="3">
            <p>
              <pb facs="#f0230" n="210"/>
              <fw place="top" type="header"> <hi rendition="#b">Das <hi rendition="#aq">X.</hi> Capitel</hi> </fw><lb/> <hi rendition="#aq">li portano non debbano admetterli, &#x017F;e non con fede della cogni-<lb/>
tione della per&#x017F;ona &#x017F;te&#x017F;&#x017F;a.</hi> </p><lb/>
            <p> <hi rendition="#aq">Al tempo, che il Cas&#x017F;iero d&#x2019;ogn&#x2019; vno de fudetti Magi&#x017F;trati fa<lb/>
la di&#x017F;pen&#x017F;a della Partita di Banco &#x017F;empre con la pre&#x017F;enza del &#x017F;uo<lb/>
Scontro entratali, doueranno dal Mini&#x017F;tro &#x017F;te&#x017F;&#x017F;o e&#x017F;&#x017F;er mezzi lace-<lb/>
rati li Mandati a lui da particolari con&#x017F;ignati per la &#x017F;omma, che<lb/>
re&#x017F;tera di&#x017F;po&#x017F;ta, douendo pure i mede&#x017F;imi e&#x017F;&#x017F;er da chi &#x017F;petta con-<lb/>
&#x017F;eruati.</hi> </p><lb/>
            <p> <hi rendition="#aq">Per maggior publica, e priuata cautione doueranno de cætero<lb/>
tutte le Copie di l&#x2019; artite, o Mandati &#x017F;udetti di Banco e&#x017F;&#x017F;er &#x017F;ot-<lb/>
to&#x017F;critti oltre il Giornali&#x017F;ta dal Scontro ancora. E &#x017F;enza que&#x017F;ta<lb/>
duplicata &#x017F;otto&#x017F;crittione non s&#x2019; intendino valide, ne po&#x017F;&#x017F;ano e&#x017F;&#x017F;er<lb/>
da Mini&#x017F;tri de &#x017F;udetti Magi&#x017F;trati riceuute &#x017F;otto pena a mede&#x017F;imi<lb/>
di e&#x017F;&#x017F;er &#x017F;empre &#x017F;ottopo&#x017F;ti a gl&#x2019; intacchi, e fraudi, che per tal cau&#x017F;a<lb/>
pote&#x017F;&#x017F;ero in ogni tempo &#x017F;uccedere, come s&#x2019; e detto di &#x017F;opra.</hi> </p><lb/>
            <p> <hi rendition="#aq">E per afficurar&#x017F;i il Prencipe, che li &#x017F;udetti rincontri nel Ban-<lb/>
co &#x017F;ijno pratticati, faranno al tempo della &#x017F;errata d&#x2019; ogni Banco<lb/>
tutti li Officij, e Magi&#x017F;trati portare vna nota del Denaro capitato<lb/>
per Banco nelle lor Ca&#x017F;&#x017F;e; da e&#x017F;&#x017F;er que&#x017F;ta nota &#x017F;otto&#x017F;critta con<lb/>
giuramento da Scontri, e Contadori, &amp; con&#x017F;ignata al Soprain-<lb/>
tendente al Banco mede&#x017F;imo per far &#x017F;eguire li nece&#x017F;&#x017F;arij rincontri.</hi> </p><lb/>
            <p> <hi rendition="#aq">Li Mini&#x017F;tri &#x017F;tes&#x017F;i, che non pre&#x017F;ta&#x017F;&#x017F;ero la douuta e&#x017F;&#x017F;ecutione,<lb/>
&amp; obbedienza alle &#x017F;udette Ordinationi oltre le pene della priua-<lb/>
tion del Carico, &amp; altre afflittiue ad arbitrio Publico &#x017F;iano &#x017F;em-<lb/>
pre tenuti, e &#x017F;ottopo&#x017F;ti al ri&#x017F;&#x017F;arcimento di quelg&#x2019; intachi, e pre-<lb/>
giudicii, che per loro defficienza, e negligenza ne &#x017F;uccede&#x017F;&#x017F;ero,<lb/>
e pote&#x017F;&#x017F;ero in ogni tempo &#x017F;coprir&#x017F;i.</hi> </p>
          </div><lb/>
          <div n="3">
            <head> <hi rendition="#aq"> <hi rendition="#i">Ordini, e Regole in Materia de Mini&#x017F;tri, o Nodari degl&#x2019; Officij<lb/>
del Foro, ouero altri, che banno Depo&#x017F;iti.</hi> </hi> </head><lb/>
            <p> <hi rendition="#aq"><hi rendition="#in">F</hi>ra li motiui, che hanno dato largo campo alla &#x017F;celeratezza de<lb/>
Mini&#x017F;tri del Banco del Giro di rapire i publici capitali, prin-<lb/>
cipale e &#x017F;tato quello dalla negligenza di Nodari, o altri Mini&#x017F;tri<lb/>
de Magi&#x017F;trati, &amp; Officij, che hanno depo&#x017F;iti in Banco nell&#x2019;hauer<lb/>
abbandonata ogni regola per es&#x017F;i nel Banco &#x017F;te&#x017F;&#x017F;o, ne pratticato</hi><lb/>
              <fw place="bottom" type="catch"> <hi rendition="#aq">alcun</hi> </fw><lb/>
            </p>
          </div>
        </div>
      </div>
    </body>
  </text>
</TEI>
[210/0230] Das X. Capitel li portano non debbano admetterli, ſe non con fede della cogni- tione della perſona ſteſſa. Al tempo, che il Casſiero d’ogn’ vno de fudetti Magiſtrati fa la diſpenſa della Partita di Banco ſempre con la preſenza del ſuo Scontro entratali, doueranno dal Miniſtro ſteſſo eſſer mezzi lace- rati li Mandati a lui da particolari conſignati per la ſomma, che reſtera diſpoſta, douendo pure i medeſimi eſſer da chi ſpetta con- ſeruati. Per maggior publica, e priuata cautione doueranno de cætero tutte le Copie di l’ artite, o Mandati ſudetti di Banco eſſer ſot- toſcritti oltre il Giornaliſta dal Scontro ancora. E ſenza queſta duplicata ſottoſcrittione non s’ intendino valide, ne poſſano eſſer da Miniſtri de ſudetti Magiſtrati riceuute ſotto pena a medeſimi di eſſer ſempre ſottopoſti a gl’ intacchi, e fraudi, che per tal cauſa poteſſero in ogni tempo ſuccedere, come s’ e detto di ſopra. E per afficurarſi il Prencipe, che li ſudetti rincontri nel Ban- co ſijno pratticati, faranno al tempo della ſerrata d’ ogni Banco tutti li Officij, e Magiſtrati portare vna nota del Denaro capitato per Banco nelle lor Caſſe; da eſſer queſta nota ſottoſcritta con giuramento da Scontri, e Contadori, & conſignata al Soprain- tendente al Banco medeſimo per far ſeguire li neceſſarij rincontri. Li Miniſtri ſtesſi, che non preſtaſſero la douuta eſſecutione, & obbedienza alle ſudette Ordinationi oltre le pene della priua- tion del Carico, & altre afflittiue ad arbitrio Publico ſiano ſem- pre tenuti, e ſottopoſti al riſſarcimento di quelg’ intachi, e pre- giudicii, che per loro defficienza, e negligenza ne ſuccedeſſero, e poteſſero in ogni tempo ſcoprirſi. Ordini, e Regole in Materia de Miniſtri, o Nodari degl’ Officij del Foro, ouero altri, che banno Depoſiti. Fra li motiui, che hanno dato largo campo alla ſceleratezza de Miniſtri del Banco del Giro di rapire i publici capitali, prin- cipale e ſtato quello dalla negligenza di Nodari, o altri Miniſtri de Magiſtrati, & Officij, che hanno depoſiti in Banco nell’hauer abbandonata ogni regola per esſi nel Banco ſteſſo, ne pratticato alcun

Suche im Werk

Hilfe

Informationen zum Werk

Download dieses Werks

XML (TEI P5) · HTML · Text
TCF (text annotation layer)
TCF (tokenisiert, serialisiert, lemmatisiert, normalisiert)
XML (TEI P5 inkl. att.linguistic)

Metadaten zum Werk

TEI-Header · CMDI · Dublin Core

Ansichten dieser Seite

Voyant Tools ?

Language Resource Switchboard?

Feedback

Sie haben einen Fehler gefunden? Dann können Sie diesen über unsere Qualitätssicherungsplattform DTAQ melden.

Kommentar zur DTA-Ausgabe

Dieses Werk wurde gemäß den DTA-Transkriptionsrichtlinien im Double-Keying-Verfahren von Nicht-Muttersprachlern erfasst und in XML/TEI P5 nach DTA-Basisformat kodiert.




Ansicht auf Standard zurückstellen

URL zu diesem Werk: http://www.deutschestextarchiv.de/marperger_banqven_1717
URL zu dieser Seite: http://www.deutschestextarchiv.de/marperger_banqven_1717/230
Zitationshilfe: Marperger, Paul Jacob: Beschreibung der Banqven. Halle (Saale) u. a., 1717, S. 210. In: Deutsches Textarchiv <http://www.deutschestextarchiv.de/marperger_banqven_1717/230>, abgerufen am 08.08.2020.