Anmelden (DTAQ) DWDS     dlexDB     CLARIN-D

Justi, Carl: Diego Velazquez und sein Jahrhundert. Bd. 2. Bonn, 1888.

Bild:
<< vorherige Seite
ANHANG.

I.
Mittheilungen über Velazquez aus Briefen italienischer
Gesandten in Madrid.
1.
Depesche des Gesandten von Parma Flavio Atti an die Herzogin.

Serma. Madama Sra. prona mia perpetua

Questo istesso giorno ho scritto al Duca mio Sr. acompagnando Diego Velasquez
Vscero et Pintore di Camra. di S. Mta: che se ne uiene a Italia (dice egli) migliorare
nella sua professne. di Pintore, porta lrne del Nuntio Roma et di tutti gti altri
Ambas r . . [Von nun an chiffrirt: Dico io, che uiene per spiare, come pure Carlo
Pug . hin, ch' e pur creato del Re, e se ne ua a Milano, la professione di questo
e ueramte di spirare] et partono col Marchese Spinola Domca. prossa. Il Biglietto,
che scrisse il s. Conte d'Olivares al Sr. D. Gio: di Vilela perche procuri lrne da
tutti ministri di Potentati a favore di do. Diego Velasquez io l' ho visto [Da basso
di questo artificio credo ui ha anche per far fare un' poco di uendemia a questo
pintore accio ogn'uno gli doni, egli pero e vero, che] pinta nel quarto di S. Mta
et io uelo ho visto pintar molte uolte et la sua professne partre e di retrattar.
Vscero di Camra. uuol dire un poco piu di portiere, et meno di agiutante di camra.
(che questo egli non lo e ne egli entra in questo officio), ua auanti la coppa del
Re quando uuol magnare o cenare et S. Mta molte uolte sta uedendolo pintare,
questa e la informatne che posso dare che si sappia come trattarlo. Io non so
se il Pintor Amidano lo conosce se la potra intendere seco gia che sono di una
meda. professne. [auuertendo all' Amidano che uadda destro in parlare] et a V.

[Spaltenumbruch]
A. S. faccio rivera. huma.
D. V. A. S. Di Madrid 26 di Luglio 1629
Perpetuo Serre
Flavio Atti.
A la Serma. Madoma Sra prona mia perpetua Madama Duchessa di Parma
e Piacza.
ANHANG.

I.
Mittheilungen über Velazquez aus Briefen italienischer
Gesandten in Madrid.
1.
Depesche des Gesandten von Parma Flavio Atti an die Herzogin.

Serma. Madama Sra. pron͠a mia perpetua

Questo istesso giorno hò scritto al Duca mio Sr. acompagnando Diego Velasquez
Vscero et Pintore di Camra. di S. Mta: che se ne uiene a Italia (dice egli) ꝑ migliorare
nella sua professne. di Pintore, porta lr̃e del Nuntio ꝓ Roma et di tutti gti altri
Ambas r . . [Von nun an chiffrirt: Dico io, che uiene per spiare, come pure Carlo
Pug . hin, ch’ è pur creato del Rè, e se ne ua à Milano, la professione di questo
è ueramte di spirare] et partono col Marchese Spinola Domca. prossa. Il Biglietto,
che scrisse il s. Conte d’Olivares al Sr. D. Gio: di Vilela perche procuri lr̃e da
tutti ministri di Potentati a favore di do. Diego Velasquez io l’ hò visto [Da basso
di questo artificio credo ui hà anche per far fare un’ poco di uendemia à questo
pintore acciò ogn’uno gli doni, egli però è vero, che] pinta nel quarto di S. M
et io uelo ho visto pintar molte uolte et la sua professne partre è di retrattar.
Vscero di Camra. uuol dire un poco più di portiere, et meno di agiutante di camra.
(che questo egli non lo è ne egli entra in questo officio), ua auanti la coppa del
Re quando uuol magnare o cenare et S. Mta molte uolte stà uedendolo pintare,
questa è la informatne che posso dare ꝓche si sappia come trattarlo. Io non so
se il Pintor Amidano lo conosce se la potra intendere seco gia che sono di una
meda. professne. [auuertendo all’ Amidano che uadda destro in parlare] et a V.

[Spaltenumbruch]
A. S. faccio rivera. huma.
D. V. A. S. Di Madrid 26 di Luglio 1629
Perpetuo Serre
Flavio Atti.
A la Serma. Madoma Sra pron͠a mia perpetua Madama Duchessa di Parma
e Piacza.
<TEI>
  <text>
    <body>
      <pb facs="#f0421" n="[395]"/>
      <div n="1">
        <head> <hi rendition="#b"><hi rendition="#g">ANHANG</hi>.</hi> </head><lb/>
        <milestone rendition="#hr" unit="section"/>
        <div n="2">
          <head><hi rendition="#b">I.</hi><lb/>
Mittheilungen über Velazquez aus Briefen italienischer<lb/>
Gesandten in Madrid.</head><lb/>
          <div n="3">
            <head> <hi rendition="#b">1.<lb/>
Depesche des Gesandten von Parma Flavio Atti an die Herzogin.</hi> </head><lb/>
            <opener>
              <dateline> <hi rendition="#c">1629. 26. Juli. Farnes. Archiv zu Neapel.</hi> </dateline><lb/>
              <salute>Ser<hi rendition="#sup">ma</hi>. Madama S<hi rendition="#sup">ra</hi>. pron&#x0360;a mia perpetua</salute>
            </opener><lb/>
            <p>Questo istesso giorno hò scritto al Duca mio S<hi rendition="#sup">r</hi>. acompagnando Diego Velasquez<lb/>
Vscero et Pintore di Cam<hi rendition="#sup">ra</hi>. di S. M<hi rendition="#sup">ta</hi>: che se ne uiene a Italia (dice egli) &#xA751; migliorare<lb/>
nella sua profess<hi rendition="#sup">ne</hi>. di Pintore, porta lr&#x0303;e del Nuntio &#xA753; Roma et di tutti gti altri<lb/>
Ambas <hi rendition="#sup">r</hi> . . <hi rendition="#i">[Von nun an chiffrirt</hi>: Dico io, che uiene per spiare, come pure Carlo<lb/>
Pug . hin, ch&#x2019; è pur creato del Rè, e se ne ua à Milano, la professione di questo<lb/>
è ueram<hi rendition="#sup">te</hi> di spirare] et partono col Marchese Spinola Dom<hi rendition="#sup">ca</hi>. pross<hi rendition="#sup">a</hi>. Il Biglietto,<lb/>
che scrisse il s. Conte d&#x2019;Olivares al S<hi rendition="#sup">r</hi>. D. Gio: di Vilela perche procuri lr&#x0303;e da<lb/>
tutti ministri di Potentati a favore di d<hi rendition="#sup">o</hi>. Diego Velasquez io l&#x2019; hò visto [Da basso<lb/>
di questo artificio credo ui hà anche per far fare un&#x2019; poco di uendemia à questo<lb/>
pintore acciò ogn&#x2019;uno gli doni, egli però è vero, che] pinta nel quarto di S. M<hi rendition="#sup"></hi><lb/>
et io uelo ho visto pintar molte uolte et la sua profess<hi rendition="#sup">ne</hi> part<hi rendition="#sup">re</hi> è di retrattar.<lb/>
Vscero di Cam<hi rendition="#sup">ra</hi>. uuol dire un poco più di portiere, et meno di agiutante di cam<hi rendition="#sup">ra</hi>.<lb/>
(che questo egli non lo è ne egli entra in questo officio), ua auanti la coppa del<lb/>
Re quando uuol magnare o cenare et S. M<hi rendition="#sup">ta</hi> molte uolte stà uedendolo pintare,<lb/>
questa è la informat<hi rendition="#sup">ne</hi> che posso dare &#xA753;che si sappia come trattarlo. Io non so<lb/>
se il Pintor Amidano lo conosce se la potra intendere seco gia che sono di una<lb/>
med<hi rendition="#sub">a</hi>. profess<hi rendition="#sup">ne</hi>. [auuertendo all&#x2019; Amidano che uadda destro in parlare] et a V.</p><lb/>
            <cb/>
            <closer>
              <salute>A. S. faccio river<hi rendition="#sup">a</hi>. hum<hi rendition="#sup">a</hi>.<lb/><hi rendition="#c">D. V. A. S. Di Madrid 26 di Luglio 1629<lb/>
Perpetuo Ser<hi rendition="#sup">re</hi><lb/><hi rendition="#i">Flavio Atti.</hi></hi></salute><lb/> <hi rendition="#et">A la Ser<hi rendition="#sup">ma</hi>. Madoma S<hi rendition="#sup">ra</hi> pron&#x0360;a mia perpetua Madama Duchessa di Parma<lb/>
e Piac<hi rendition="#sup">za</hi>.</hi> </closer>
          </div><lb/>
        </div>
      </div>
    </body>
  </text>
</TEI>
[[395]/0421] ANHANG. I. Mittheilungen über Velazquez aus Briefen italienischer Gesandten in Madrid. 1. Depesche des Gesandten von Parma Flavio Atti an die Herzogin. 1629. 26. Juli. Farnes. Archiv zu Neapel. Serma. Madama Sra. pron͠a mia perpetua Questo istesso giorno hò scritto al Duca mio Sr. acompagnando Diego Velasquez Vscero et Pintore di Camra. di S. Mta: che se ne uiene a Italia (dice egli) ꝑ migliorare nella sua professne. di Pintore, porta lr̃e del Nuntio ꝓ Roma et di tutti gti altri Ambas r . . [Von nun an chiffrirt: Dico io, che uiene per spiare, come pure Carlo Pug . hin, ch’ è pur creato del Rè, e se ne ua à Milano, la professione di questo è ueramte di spirare] et partono col Marchese Spinola Domca. prossa. Il Biglietto, che scrisse il s. Conte d’Olivares al Sr. D. Gio: di Vilela perche procuri lr̃e da tutti ministri di Potentati a favore di do. Diego Velasquez io l’ hò visto [Da basso di questo artificio credo ui hà anche per far fare un’ poco di uendemia à questo pintore acciò ogn’uno gli doni, egli però è vero, che] pinta nel quarto di S. Mtà et io uelo ho visto pintar molte uolte et la sua professne partre è di retrattar. Vscero di Camra. uuol dire un poco più di portiere, et meno di agiutante di camra. (che questo egli non lo è ne egli entra in questo officio), ua auanti la coppa del Re quando uuol magnare o cenare et S. Mta molte uolte stà uedendolo pintare, questa è la informatne che posso dare ꝓche si sappia come trattarlo. Io non so se il Pintor Amidano lo conosce se la potra intendere seco gia che sono di una meda. professne. [auuertendo all’ Amidano che uadda destro in parlare] et a V. A. S. faccio rivera. huma. D. V. A. S. Di Madrid 26 di Luglio 1629 Perpetuo Serre Flavio Atti. A la Serma. Madoma Sra pron͠a mia perpetua Madama Duchessa di Parma e Piacza.

Suche im Werk

Hilfe

Informationen zum Werk

Download dieses Werks

XML (TEI P5) · HTML · Text
TCF (text annotation layer)
TCF (tokenisiert, serialisiert, lemmatisiert, normalisiert)
XML (TEI P5 inkl. att.linguistic)

Metadaten zum Werk

TEI-Header · CMDI · Dublin Core

Ansichten dieser Seite

Voyant Tools ?

Feedback

Sie haben einen Fehler gefunden? Dann können Sie diesen über unsere Qualitätssicherungsplattform DTAQ melden.

Kommentar zur DTA-Ausgabe

Dieses Werk wurde gemäß den DTA-Transkriptionsrichtlinien im Double-Keying-Verfahren von Nicht-Muttersprachlern erfasst und in XML/TEI P5 nach DTA-Basisformat kodiert.




Ansicht auf Standard zurückstellen

URL zu diesem Werk: http://www.deutschestextarchiv.de/justi_velazquez02_1888
URL zu dieser Seite: http://www.deutschestextarchiv.de/justi_velazquez02_1888/421
Zitationshilfe: Justi, Carl: Diego Velazquez und sein Jahrhundert. Bd. 2. Bonn, 1888, S. [395]. In: Deutsches Textarchiv <http://www.deutschestextarchiv.de/justi_velazquez02_1888/421>, abgerufen am 22.03.2019.